I pirati che hanno salvato il cinema

gazzellanera:

scarligamerluss:

Malgrado allarmi e denunce delle case di produzione contro download e streaming, dal 2009 al 2014 gli incassi dei cinema su scala mondiale hanno segnato un 33%. Così come avvenne 30 anni fa per i videoregistratori, le nuove tecnologie si stanno rivelando alleate delle majors piuttosto che nemiche. Al contrario, tutti i tentativi di repressione sono falliti, a vantaggio di chi continua a battersi nel nome della “free culture”

Uno studio di quest’anno (http://bookshop. europa. eu/it/a-profile-of-current-and-future-audiovisual-audience-pbNC0414085) rivela che il 68 per cento degli utenti europei vede film gratis su internet (streaming o download). Non solo: il 50 per cento di loro dice di non pagare i film perché non può permetterselo per tutti quelli che intende vedere. Questa affermazione suggerisce che i film visti gratis non sono davvero una perdita di introiti  per l’industria, visto che quelle persone non potrebbero mai pagarli (semmai, rinuncerebbero a vederli se non potessero farlo gratis). Ne deriva anche che la disponibilità di film gratis aiuta a diffondere la cultura cinematografica (…)

To Tumblr, Love Pixel Union